La-composizione-corporea

L’obiettivo primario di una corretta alimentazione è quello di raggiungere uno stato corretto di composizione corporea e mantenerlo nel tempo. La composizione corporea comprende la percentuale di massa magra (organi e muscoli) e di massa grassa (tessuto adiposo);

la prima è quella metabolicamente attiva, ovvero che consuma energia, perciò se è maggiore sarà maggiore la quantità di energia che l’organismo brucia anche in condizioni di riposo, ed è possibile aumentarla e tenerla costante mediante una regolare attività fisica. La massa grassa è  invece rappresentata dal tessuto adiposo che, nelle giuste quantità, è necessario per il normale funzionamento dell’organismo. Nelle donne quest’ultima è maggiore in quanto fondamentale per la funzione riproduttiva.

Vediamo quindi la differenza tra uomo e donna:

Come si misura la composizione corporea? Vi sono più metodi, ma quelli utilizzati dal nutrizionista sono essenzialmente due: l’antropometria e la bioimpeteziometria.

Antropometria

Permettere di conoscere le dimensioni del corpo e di valutare i ambienti nel tempo.

Circonferenze: per prenderle occorre un metro flessibile (quello da sarta), stare in posizione eretta  e rilassare i muscoli, e un’ottima precisione dell’operatore.

Pliche: per prenderle occorre il plicometro, uno strumento che dà un indice del pannicolo adiposo presente del punto in cui viene posizionato.

Bioimpedenziometria (BIA)

Permette di valutare la composizione di massa grassa, massa magra e acqua totale.

error: