frigorifero

La sicurezza alimentare è rappresentata da tutte le misure adottate per rendere un alimento sicuro per la salute umana e prevede l’utilizzo di tecniche igienico-sanitarie attuate sia sui mangimi che sugli alimenti, in tutta la filiera alimentare, dalla materia prima al prodotto finito.

È importante però che le norme igieniche vengano seguite anche a livello casalingo in quanto, una volta che il prodotto si trova nelle nostre case la sicurezza dipende da noi e riguarda la pulizia, la preparazione, la conservazione. Una cattiva conservazione può comportare anche una perdita delle caratteriste organolettiche (sapore, odore, consistenza) e nutrizionali (alterazioni di quantità o qualità dei nutrienti).

 

Gli alimenti si distinguono in:

 

  • Alimenti deperibili: devono essere conservati in frigorifero e consumati entro pochi giorni dall’acquisto;
  • Alimenti non deperibili: vengono conservati a temperature ambiente;
  • Alimenti surgelati e congelati: devono essere conservati in congelatore.

 

È molto importante seguire le indicazioni riportate in etichetta per quanto riguarda la scadenza la quale è indicata sulla confezione con la dicitura “da consumarsi entro …” (data) e significa che oltre tale data l’alimento non risulta più salubre e l’indicazione va perciò rispettata. Nei casi in cui la scadenza è indicata con la dicitura “da consumarsi preferibilmente entro …”, questa indica per quanto tempo l’alimento può essere consumato senza alcun rischio e non è quindi pericoloso il consumo del prodotto dopo tale data, ma l’alimento in questione può aver perso alcune proprietà organolettiche. In etichetta sono inoltre riportate anche le indicazioni per la conservazione come la temperatura ed infine il “termine minimo di conservazione” (TMC) è la data fino a cui l’alimento mantiene le sue proprietà se conservato correttamente.

 

Come devono essere disposti gli alimenti all’interno del frigorifero?

 

  • separare gli alimenti crudi da quelli cotti per impedire l’eventuale contaminazione di microrganismi;
  • conservare i cibi preparati in casa in contenitori puliti e ben coperti;
  • disporre gli alimenti in ordine di scadenza in modo da consumare prima quelli con la data più imminente ed evitare sia sprechi che eventuali …(?)…… ;
  • controllare l’interno del frigorifero per togliere eventuali alimenti andati a male;
  • pulire regolarmente con acqua e aceto;
  • tenere costante la temperatura;
  • evitare di riempire troppo il frigo per impedire la circolazione di aria;
  • non bisogna lavare frutta e verdura prima che vengano riposte in frigo per evitare la formazione di muffe e batteri.

 

Scarica qui il decalogo per la sicurezza del frigorifero realizzato dal Ministero della Salute: http://www.salute.gov.it/imgs/C_17_opuscoliPoster_190_allegato.pdf

Bibliografia

www.salute.gov.it

error: